Perché consultare?

Se sta attraversando una crisi ed è alla ricerca di un nuovo equilibrio  o si trova in un momento della vita dove si sente afflitto o confuso; è in questi momenti che la psicoterapia la può aiutare.

Il mio metodo di approccio è destinato a chiunque, ma miei interessi specifici d’azione sono in particolare le situazioni di crisi (conflitti, burnout, mobbing, lutto, migrazione, ecc.), le difficoltà relazionali con se stessi o gli altri (familiari, partner, colleghi, ecc.) e le dipendenze comportamentali con o senza sostanze (cura dalla persona dipendente e/o dei famigliari).

Per i medici che consultano questa pagina o le persone che conoscono il gergo psichiatrico, mi interesso in particolare di:
– Ansia (attacchi di panico, fobie, disturbi d’ansia generalizzata, disturbi post traumatici, ecc.)
– Disturbi dell’umore (depressione, morale basso, manco di fiducia in se stesso, ecc.)
– Problemi relazionali (genitori-figli, genitorialità, crisi di coppia, ecc.)
– Problemi inerenti a fasi di transizione (adolescenza, genitorialità, separazione, lutto, menopausa).

Così come di patologie psichiatriche avverate:
– Disturbi della personalità (schizoide, shizotipica, paranoica, ossessiva-compulsiva, borderline, istrionica, narcisistica, ansiosa)
– Disturbi psicotici (shizofrenia, disturbo derilante, disturbo bipolare, mania)
– Disturbi del comportamento alimentare (bulimia, anoressia)

Se necessario e d’intesa con il paziente, ho l’abitudine di integrare in alcuni momenti della terapia la sua famiglia, come pure la rete di cura pre-esistente.